SIAMO GIUNTI ALLA SETTIMA EDIZIONE!
Nonostante le difficoltà legate al difficile momento che sta attraversando il movimento della Pallacanestro, l’APG continua a portare avanti le proprie iniziative fra cui il Premio Papo è sicuramente quella che maggiormente si identifica con lo spirito che ha portato sette anni fa un gruppo di allenatori a ritrovarsi per condividere dei principi relativi alla figura dell’allenatore giovanile e costituire l’associazione
Poco si è fatto rispetto ai propositi iniziali, probabilmente ci si è scontrati con una cultura sportiva ancora troppo legata alla ricerca prevalente del proprio interesse ed a un sistema di politica sportiva autoreferenziale, poco incline al cambiamento e quindi al rinnovamento ed allo sviluppo.
Il mondo degli allenatori, probabilmente, ancora non riesce a prendere piena consapevolezza del proprio ruolo, si sottomette troppo spesso a logiche di potere privando in tal modo il movimento di quel contributo di competenza di cui ci sarebbe bisogno. Ma ancor di più occorrerebbe recuperare (o forse acquisire) quei valori etici che stanno alla base di qualsiasi attività sociale; evitare che prevalgano logiche personali e valorizzare quei principi che dovrebbero guidare i comportamenti e le scelte di tutti gli operatori sportivi.
All’assegnazione del Premio Papo, in ricordo di un grande maestro di cui si avverte la mancanza, si arriva attraverso una selezione ed una valutazione che, coerentemente con i principi fondanti dell’APG, vuole premiare l’allenatore che si è distinto per:

  • dedizione e lavoro con i giovani;
  • comportamenti eticamente corretti nella gestione dell’attività in particolar modo nei rapporti con giocatori, genitori, colleghi, arbitri, dirigenti;
  • dimostrata attività di aggiornamento.

Paolo Carasso, Cesare Covino, Paolo Sfriso, Giordano Consolini, Umberto Vezzosi e Germano D’Arcangeli, i vincitori delle precedenti edizioni, rappresentano un esempio per i giovani allenatori che hanno bisogno di riferimenti di assoluto valore, dei veri maestri, non solo di tecnica, ma soprattutto di umanità.
Per il Premio PAPO 2014 lo staff APG, come negli anni passati, vi propone una rosa di allenatori invitandovi a esprimere la vostra preferenza partecipando al sondaggio nell’apposita sezione del sito.
Stefano Bizzozzero
Massimiliano Briscese
Federico Danna
Giovanni Lucchesi
Andrea Schiavi