PAPO 2018

 

 

Il movimento giovanile non gode certo di buona salute, è il settore che maggiormente viene penalizzato dalla crisi della pallacanestro; i cambiamenti socio economici hanno costretto le società, soprattutto quelle che lavorano alla base, a modificare il proprio indirizzo per cercare di sopravvivere, stravolgendo la propria fisionomia.

Non ha più senso, oggi, investire nel reclutamento di qualità, nella selezione e nella formazione; l’unica strada che le società possono percorrere è quella di mantenere alti i numeri dei praticanti e questo va, molto spesso, a discapito della qualità.

Le politiche federali non sono riuscite ad invertire tale trend e a soffrirne sono anche gli allenatori che inevitabilmente vengono assorbiti dal sistema ed a cui non si chiedono più specifiche competenze nell’insegnamento del gioco.

In tale contesto un premio per riconoscere la figura dell’allenatore che si dedica al settore giovanile potrebbe sembrare anacronistico; in realtà con tale iniziativa l’associazione ALLENATORI PALLACANESTRO GIOVANILE intende ancor di più significare l’importanza di chi si adopera ogni giorno per la crescita dei giovani giocatori con la speranza che ci possa essere una ripresa del movimento giovanile e che soprattutto i giovani allenatori possano trovare motivazioni forti nello studio e nell’approfondimento dell’insegnamento della pallacanestro.

Il Premio PAPO, giunto al giro di boa e quindi alla undicesima edizione, si colloca in tale contesto, rappresentando un’occasione per valorizzare il ruolo dell’allenatore giovanile, con la speranza che il movimento ritrovi non soltanto quelle energie necessarie al proprio sviluppo ma soprattutto  recuperi quei valori sportivi di cui Claudio Papini fu un importante interprete.

 

 

 

Il Presidente APG – Massimo Corradini

 

ALBO D’ORO PREMIO PAPO

 

2008 – PAOLO CARASSO

2009 – CESARE COVINO

2010 – PAOLO SFRISO

2011 – GIORDANO CONSOLINI

2012 – UMBERTO VEZZOSI

2013 – GERMANO D’ARCANGELI

2014 – FEDERICO DANNA

2015 – PAOLO CIANFRINI

2016 –  ETTORE ZUCCHERI

2017 –  SANTI PUGLISI

L’ASSOCIAZIONE

Apg è un’associazione di pallacanestro

per allenatori del settore giovanili

 APG inside ==>>>

L’APG, acronimo dell’associazione ALLENATORI PALLACANESTRO GIOVANILE è un progetto nazionale che si basa su idee comuni, strutturatesi nel tempo e scaturite dal confronto di esperienze individuali poi condivise: la consapevolezza dell’aspetto educativo che fa parte di ogni professione legata alla didattica e la necessità di ripensare la figura dell’allenatore che si occupa di giovani, proprio in virtù della sua funzione formativa sia sportiva che umana.

L’APG, è un’opportunità. Anzi, l’opportunità: l’opportunità di dire la propria opinione, di trasmettere le proprie sensazioni, di cercare uno scambio con chi condivide gli stessi contesti e trasmette gli stessi valori, ma anche un confronto tra orizzonti operativi diversi e modalità di porsi non condivise.

L’APG, si vuole esprimere come un movimento di opinione, un libero pensiero sulla pallacanestro giovanile quanto più possibile interattivo e coinvolgente legato alle modalità di concepire e agire il nostro ruolo di istruttori.

 

L’APG, è un’opportunità. Anzi, l’opportunità: l’opportunità di dire la propria opinione, di trasmettere le proprie sensazioni, di cercare uno scambio con chi condivide gli stessi contesti e trasmette gli stessi valori, ma anche un confronto tra orizzonti operativi diversi e modalità di porsi non condivise.

Il 14 aprile 2007 si costituisce l’Associazione Allenatori Pallacanestro Giovanile” e nasce il Premio “PAPO “, in ricordo di

Claudio papiniPClaudio Papini

grande maestro dei giovani. Il premio annuale viene assegnato all’allenatore giovanile, che abbia meglio rappresentato lo spirito costituente dell’associazione.